I Manager e la gestione del conflitto

I Manager e la gestione del conflitto

Pubblicato il: 20 Aprile 2017-Categorie: Attualità-

Ci sono ruoli manageriali che intrinsecamente necessitano di competenze nella gestione dei conflitti, ad esempio chi si occupa della gestione delle relazioni con i clienti, chi si occupa della gestione dei reclami, e chi si occupa delle relazioni con il pubblico. Tutti questi aspetti non possono essere lasciati al caso ma devono essere attentamente gestiti come ben si intuisce leggendo la definizione di “Reclamo, Suggerimento e Segnalazione” predisposta dall’URP della Camera di Commercio di Treviso e Belluno. Tuttavia spesso anche i manager sono chiamati ad esercitare queste competenze poiché nelle organizzazioni vi sono fonti intrinseche di conflitto interno come contenziosi tra dipendenti, turnover, rapporti con i sindacati e problemi tra i membri di gruppi di lavoro. A seconda dei casi saper negoziare o mediare diventa una competenza negoziale irrinunciabile. Confrontando la pervasività del conflitto e il numero di sedi universitarie che offrono corsi in gestione del conflitto risulta evidente che i manager sono spesso impreparati ad affrontare queste problematiche. È quindi evidente che le aziende devono rivolgersi a qualcuno di preparato a insegnare ai loro manager a gestire queste situazioni.

Il conflitto è inevitabile; ma saperlo gestire si può.

Condividi questo articolo
Torna in cima